Instagram per l’intermediazione – prima parte

Anche tra gli intermediari assicurativi e del credito, negli ultimi anni Instagram è diventato uno dei social più utilizzati al mondo.

È stato stimato che in un mese circa 1 miliardo di persone hanno effettuato almeno 1 accesso al giorno su questo social e che circa 200 milioni di persone visitano almeno un profilo aziendale al giorno.

Sulla base di queste stime è semplice capire che l’utilizzo di Instagram non può mancare all’interno della tua strategia di marketing digitale, soprattutto adesso che siamo alla resa dei conti. 

Sta per concludersi un anno che ci ha spinto a modificare tutte (o quasi) le nostre abitudini di vita, soprattutto nel settore professionale.

Gli intermediari si sono dovuti confrontare con il digitale, ideando diverse strategie per metterci al passo con i tempi e abbiamo dovuto familiarizzare con i social network.

In questo scenario s’inserisce Instagram, un social che ha un linguaggio diverso da tutti gli altri, spesso è stato definito il social visivo o dell’immagine, proprio perché la sua forma di comunicazione è la grafica, nelle sue varie declinazioni.

Ti starai chiedendo in che modo questo social può essere d’aiuto a un intermediario. Il tuo lavoro, lo sappiamo, non ha nulla a che fare con l’estetica o con ciò che è definito “fotogenico”.

Ricordi il concetto di personal branding?

Ecco, Instagram è il social per eccellenza per fare branding.

1 – In un mercato competitivo come quello dell’intermediazione, ciò che fa la differenza tra te e gli altri è sicuramente la qualità del tuo lavoro e il tuo livello di competenza, ma non solo!

2 – Altrettanto importante è anche il modo in cui riesci a comunicare la tua professione e la tua professionalità agli utenti che ti cercano in rete (ne abbiamo parlato qui).

Allo stesso modo, però, quanti intermediari assicurativi e/o del credito ci sono in rete?

3 – Bisogna quindi fare la differenza anche in questo caso!

4 – Il tuo piano editoriale deve includere post in organico ma deve prevedere anche un budget per il social advertising.

La creatività è importante tanto quanto il passaparola e il Customer Care.

L’obiettivo è quello di fare in modo di dare una buona impressione al potenziale cliente che ti cerca in rete, trasmettendogli fiducia attraverso, anche, le recensioni che leggerà sul tuo conto.

5 – Dovrai, però, anche fare in modo di rimanere impresso nella mente dell’utente. Perché? Può darsi che oggi quella persona non abbia bisogno delle tue competenze ma un domani potrebbe avere la necessità di stipulare una polizza per una casa appena acquistata, oppure potrebbe avere la necessità di avviare le pratiche per un mutuo.

In quel momento lì dovrai venirgli in mente tu!

Quell’utente dovrà riuscire, in maniera spontanea, ad associare quell’esigenza al nome del tuo studio.

Quale modo migliore di rimanere impresso nella mente di un potenziale cliente se non attraverso un’immagine?

Concorderai con noi che è molto più semplice ricordare una fotografia, un’immagine, un brevissimo video, piuttosto che l’intero contenuto di un lungo articolo.

Tutto ciò potrai farlo grazie all’utilizzo professionale e strategico di Instagram.

Nella seconda parte di quest’articolo ti daremo dei consigli utili su come utilizzare al meglio questo social, quindi continua a seguire il nostro blog e la pagina ufficiale.

VN:F [1.9.22_1171]

Quanto ti è stato utile questo contenuto?

Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Lascia un commento