Intermediari e innovazione – seconda parte

Intermediari e innovazione – seconda parte

Hai già letto la prima parte di questa guida

Siamo quasi alla chiusura di quest’anno che ha visto una forte ramificazione del digitale in ogni settore lavorativo. 

Anche nel campo dell’intermediazione tutto è cambiato, i clienti cercano un intermediario in rete, ne valutano la professionalità in base al sito web, alle recensioni lasciate online dai clienti e alla reputazione costruita in rete.

Di seguito ti lasciamo altri touch point, cioè degli elementi che non puoi escludere dal tuo piano di marketing digitale.

Strategia:

molto spesso si da per scontato questo termine che in realtà è la chiave di successo o fallimento di un progetto. 

Lo sappiamo, vorresti fare molte cose e hai molte idee ma la cosa migliore che puoi fare prima di iniziare è fermarti.

Inizia a pensare ai tuoi potenziali clienti, a come potrebbero cercarti in rete e come potresti raggiungerli.

Realizza un piano editoriale, con le pubblicazioni per i prossimi 3 mesi, definendo quali post/articoli andranno pubblicati in organico e quali, invece, andranno sponsorizzati.

In questa prima fase potresti pensare di non fare nulla di operativo e pratico ma ricorda:

quanto più tempo dedicherai alla definizione della strategia, tanto più sarai in grado di affermare con successo il tuo brand.

Advertising:

in un mercato altamente competitivo come quello dell’intermediazione è fondamentale riuscire a differenziarsi dalla concorrenza. 

Per fare ciò è importante definire all’interno della propria strategia quali saranno i contenuti che andranno sponsorizzati, su quale piattaforma, con quale obiettivo e con quale budget (Ne abbiamo parlato qui).

Lavorare in organico, quindi senza fare investimenti in advertising, ha la sua importanza, soprattutto per fidelizzare tutti coloro che sono già tuoi clienti.

Immagina però un potenziale cliente che ha bisogno di una consulenza per una polizza sull’auto nuova oppure ha bisogno di un consulente del credito.

Il tuo obiettivo è fare in modo di essere tra i primi risultati di ricerca quando quell’utente cercherà di mettersi in contatto con un intermediario.  

Quindi, è fondamentale riservare del budget da investire sulla varie piattaforme di advertising, proprio al fine di raggiungere tutti coloro che potrebbero essere interessati al tuo brand. 

Customer Care:

con il digitale il cliente è diventato molto più consapevole e capace di valutare l’esperienza di acquisto positivamente o meno. 

In questo scenario quello che fa la differenza è l’esperienza che viene fatta vivere al cliente, al fine di semplificare la sua ricerca e offrire il proprio prodotto/servizio come il più soddisfacente presente sul mercato. 

La Customer Care fa proprio riferimento alla cura del cliente, inteso come l’insieme di tutti quei processi volti alla soddisfazione del cliente.

Alla base di una Customer Care di successo c’è la capacità di saper ascoltare e rispondere tempestivamente, ma soprattutto in modo efficace, alle richieste degli utenti.

Un servizio di Customer Care efficace può fare la differenza anche in un mercato altamente competitivo. 

Questi ultimi due articoli fanno parte di un discorso molto più ampio sul digitale, se vuoi restare aggiornato su questo ed altri temi riguardanti l’intermediazione digitale continua a seguire il nostro blog e la Community ufficiale.  

 

VN:F [1.9.22_1171]

Quanto ti è stato utile questo contenuto?

Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Lascia un commento