L’aggiornamento professionale IVASS e OAM 2021

Gli intermediari assicurativi e quelli del credito devono conseguire ogni anno l’aggiornamento professionale obbligatorio per il mantenimento dei requisiti. 

Attenzione alla scadenza! Quest’ultima è infatti fissata – sia nel caso dell’IVASS che dell’OAM – al 31 dicembre di ogni anno.

Perché aggiornarsi

Spesso, durante le telefonate o le chat di assistenza con i nostri clienti, ci domandano per quale motivo bisogna dedicare delle ore del proprio tempo all’aggiornamento; soprattutto quando è stato già affrontato un test per ricoprire quel ruolo professionale.

La risposta è semplice: l’aggiornamento professionale permette in prima battuta il mantenimento dei requisiti ed in secondo luogo di continuare a costruire le proprie competenze. 

Conoscere le novità del proprio mercato di riferimento così come gli aggiornamenti normativi e non solo, permette di personalizzare e professionalizzare sempre di più la propria consulenza.

Ogni intermediario non può smettere di aggiornarsi, bisogna sempre crescere! 

Per un professionista che opera nel settore dell’intermediazione assicurativa e del credito è quindi importante aumentare costantemente la conoscenza del proprio ambito, cioè conoscere approfonditamente i fenomeni che regolano il mercato.

Quale aggiornamento professionale fa al caso tuo?

Entriamo nel dettaglio degli aggiornamenti imposti dall’IVASS e dall’OAM.

Aggiornamento IVASS

Il Regolamento IVASS n. 40 del 2018 contiene la disciplina dei requisiti professionali degli intermediari assicurativi e riassicurativi.

L’aggiornamento professionale consiste nella partecipazione a corsi di durata non inferiore a 30 h annuali.

L’aggiornamento è obbligatorio per il mantenimento dei requisiti pena la cancellazione dal Registro degli intermediari assicurativi.

Per maggiori informazioni e/o acquistare il corso di aggiornamento clicca qui.

Aggiornamento OAM

L’obbligo di aggiornamento professionale è disciplinato dalla Circolare OAM n. 19/14, art. 4, aggiornata dal Comitato di Gestione in data 30 ottobre 2019 e in vigore dal 1° Gennaio 2020.

In questo caso l’aggiornamento professionale è a cadenza biennale, a partire dall’anno successivo all’iscrizione.

Ciascuno dei soggetti obbligati all’aggiornamento professionale deve partecipare ad almeno 60 ore di corsi di formazione per ogni biennio.

Le 60 ore di aggiornamento obbligatorio possono essere raggiunte acquistando 30 ore di aggiornamento annuali oppure effettuando 45 ore di aggiornamento il primo anno e soltanto 15 il secondo:

Aggiornamento OAM 45 ore;

Aggiornamento OAM 30 ore;

Aggiornamento OAM 15 ore.

Infine, ricordiamo che per qualunque dubbio sull’acquisto dell’aggiornamento professionale è possibile contattarci gratuitamente al nostro numero verde: 800 69 99 92.

Il numero verde è attivo dal lunedì al venerdì dalle 09:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 18:00.

 


Lascia un commento