Intermediari e reiscrizione ai Registri IVASS e OAM

Sei stato cancellato – o hai fatto richiesta di cancellazione – dall’IVASS o dall’OAM?

Se stai cercando di capire come fare per effettuare la reiscrizione, questo articolo è una guida sintetica agli step necessari. Di seguito, infatti, troverai la procedura che devi effettuare per presentare la tua richiesta di reiscrizione all’IVASS e/o all’OAM.


OAM

Se sei un ex iscritto OAM e vuoi essere di nuovo iscritto negli Elenchi, devi presentare una nuova richiesta di iscrizione.

NOTA BENE: la richiesta deve pervenire all’Organismo esclusivamente tramite il servizio presente in area privata “Iscrizione”.

Per richiedere l’iscrizione è necessario:

  • verificare il possesso dei requisiti;
  • compilare ed inoltrare l’apposito modulo di iscrizione, presente all’interno della propria Area Privata;
  • versare il contributo di iscrizione e allegare la contabile alla richiesta.

In caso di pendenza di debiti per mancati versamenti di contributi dovuti all’Organismo, il pagamento verrà imputato al debito più antico. In questo caso sarà richiesto il versamento per il contributo per la nuova iscrizione.

Per maggiori approfondimenti si rimanda al sito ufficiale dell’OAM


IVASS

L’intermediario assicurativo che desidera reiscriversi all’IVASS, può fare richiesta mediante la compilazione del modello elettronico PDF, compilato e firmato digitalmente e inviato come allegato via PEC all’indirizzo istanze.rui@pec.ivass.it

Nella richiesta, insieme al modulo, va inserita la prova dell’avvenuto versamento della Tassa di Concessione Governativa di €168,00 e del regolare pagamento dell’imposta del bollo.

Ai fini della reiscrizione delle persone fisiche e delle società nel Registro, indichiamo di seguito rispettivamente l’articolo 31 e l’articolo 32 del Regolamento n. 40 dell’IVASS del 2 agosto 2018

Art. 31
(Reiscrizione delle persone fisiche nel Registro)

  1. Fatto salvo quanto previsto dal comma 2, le persone fisiche iscritte nel Registro e successivamente cancellate, possono essere nuovamente iscritte a condizione che:
    1. siano in possesso dei requisiti previsti per l’iscrizione nella sezione di destinazione. A tal fine rimane valido il requisito di professionalità in base al quale è stata effettuata la prima iscrizione al Registro purché:
      (i) ove si tratti di intermediari iscritti nella sezione C, E o F del RUI, la domanda di reiscrizione sia presentata entro cinque anni dalla cancellazione;
      (ii) ove la reiscrizione riguardi una sezione per la quale è richiesto il superamento della prova di idoneità non prevista per l’iscrizione nella sezione originaria, sia stata sostenuta e superata la prova di idoneità;
      (iii) ove la reiscrizione sia richiesta in una sezione in cui è prevista una formazione specifica sui contratti che verranno distribuiti, sia stata conseguita tale specifica formazione;
    2. nel caso in cui la domanda di reiscrizione sia presentata nello stesso anno ovvero nell’anno immediatamente successivo a quello in cui è avvenuta la cancellazione, abbiano effettuato un aggiornamento professionale pari a 30 ore, ovvero a 15 ore nel caso di intermediari a titolo accessorio iscritti nella sezione E; restano valide le ore eventualmente effettuate prima della cancellazione;
    3. nel caso in cui la domanda di reiscrizione sia presentata oltre l’anno immediatamente successivo a quello in cui è avvenuta la cancellazione, abbiano effettuato un aggiornamento professionale non inferiore a 30 ore, ovvero a 15 ore nel caso di intermediari a titolo accessorio iscritti nella sezione E;
    4. nel caso in cui la domanda di reiscrizione sia presentata dopo cinque anni dalla cancellazione:
      (i) per gli intermediari iscritti nelle sezioni A o B, abbiano effettuato un aggiornamento professionale non inferiore a 60 ore;
      (ii) per gli intermediari iscritti nella sezione C, E o F, abbiano effettuato la formazione professionale;
    5. venga presentata apposita domanda di reiscrizione, con le modalità stabilite da uno degli articoli 12, 18, 25 e 28;
    6. in caso di cancellazione dovuta a condanna irrevocabile o fallimento, mancato pagamento del contributo di vigilanza o del contributo al Fondo di garanzia, ricorrano i presupposti previsti dall’articolo 114 del Codice.
  2. I soggetti cancellati a seguito dell’emanazione di un provvedimento sanzionatorio di cui all’articolo 324, comma 1, lettera d), del Codice possono essere reiscritti nel Registro purché siano decorsi almeno cinque anni dalla cancellazione, siano in possesso di tutti i requisiti previsti per l’iscrizione nella sezione di destinazione e venga presentata apposita domanda, secondo quanto stabilito dal comma 1, lettera e).
  3. Ai fini di cui al comma 2, per ottenere la reiscrizione nelle sezioni A e B è altresì necessario il superamento della prova di idoneità di cui all’articolo 84 in data successiva a quella in cui è stato irrogato il provvedimento di cui al medesimo comma.
  4. L’IVASS procede alla reiscrizione nelle diverse sezioni del Registro secondo le modalità stabilite dall’articolo 29, commi 1 e 2.

Art. 32
(Reiscrizione delle società nel Registro)

  1. Le società cancellate dal Registro possono esservi nuovamente iscritte, purché:
    1. siano in possesso dei requisiti previsti per l’iscrizione nella sezione di destinazione;
    2. venga presentata apposita domanda di reiscrizione, con le modalità stabilite da uno degli articoli 16, 21, 25 28;
    3. in caso di cancellazione dovuta al mancato pagamento del contributo di vigilanza o del contributo al Fondo di garanzia, ricorrano i presupposti previsti dall’articolo 114 del Codice. I soggetti cancellati dalla sezione D del Registro possono essere reiscritti esclusivamente in tale sezione.
  2. La reiscrizione delle società nelle diverse sezioni del Registro è effettuata dall’IVASS secondo le modalità stabilite dall’articolo 29, commi 1 e 2.

Per maggiori approfondimenti si rimanda al sito ufficiale dell’IVASS


Aggiornamento professionale

L’aggiornamento professionale oltre ad essere funzionale in alcuni casi per la reiscrizione è anche uno degli obblighi per il mantenimento dei requisiti professionali previsti sia dall’IVASS sia dall’OAM.

Si ricorda che quest’obbligo deve essere portato a termine entro e non oltre il 31 dicembre dell’anno in corso.

Nella nostra Academy online troverai tutti i corsi di aggiornamento di cui hai bisogno in modalità e – learning, disponibili 24h 7 giorni su 7.

IVASS

aggiornamento professionale 30 ore
aggiornamento professionale 15 ore

OAM

aggiornamento professionale 45 ore
aggiornamento professionale 30 ore
aggiornamento professionale 15 ore

Per accedere alla nostra Academy clicca qui


Commenti disabilitati