Unicredit ed il caso Facebook

Recentemente UniCredit ha comunicato che a partire dal 1 giugno chiuderà i propri account Facebook, Instagram e Messenger.

Unicredit lascia Facebook, sarà l’unica?

La decisione di Unicredit di lasciare Facebook e le sue controllate è sicuramente dettata da un problema di opportunità, a seguito degli scandali che si sono succeduti (il più importante quello di Cambridge Analytica) ogni banca sarebbe portata a ripensare la propria presenza online, soprattutto per i timori legati alla gestione di dati sensibili.

La decisione di Unicredit è quella infatti di potenziare i propri canali istituzionali mantenendo presidiati quelli social attraverso la presenza su twitter e linkedin.

La decisione è destinata a fare scuola anche se forse non nell’immediato e testimonia come il settore bancario (ma anche finanziario, creditizio ed assicurativo) siano sempre più attenti alle evoluzioni del digitale.

Unicredit e il digitale, quali conseguenze?

Svincolarsi da una piattaforma social, strutturata come Facebook e dalle sue controllate Instagram e Messenger potrebbe non essere una retromarcia, anzi, potrebbe implicare la volontà di investire pesantemente sui propri canali e quindi portare a rafforzare un comparto interno di comunicazione, che possa scendere in campo con una produzione di comunicazione online tale da poter sostituire la potenziale platea di Facebook, Instagram e Messenger.

Il digitale sta diventando sempre più importante per il settore bancario e finanziario, non ci resta che attendere le evoluzioni della vicenda.

Per chi desidera approfondire l’argomento invitiamo ad iscriversi alle nostre community dedicate agli intermediari digitali:
Community Facebook
Community LinkedIn

VN:F [1.9.22_1171]

Quanto ti è stato utile questo contenuto?

Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Lascia un commento