Monti rivoluziona la Rc auto

Entro il 20 Gennaio, il provvedimento sulle liberalizzazioni proposto dal governo Monti, potrebbe essere trasformato in decreto.
Tale provvedimento riguarda vari settori.
Per quanto riguarda la liberalizzazione delle professioni, quelli che saranno maggiormente interessati sono i notai. Saranno indetti 3 concorsi, da quest’anno al 2014, affinché il numero di notai aumenti da 500 a 1.500. Potranno essere aperti nuovi uffici secondari solo nell’ambito del distretto di appartenenza con l’aumento dei giorni di assistenza obbligatoria del notaio nella sua sede. I notai, come del resto tutti i professionisti, avranno l’obbligo di concordare il preventivo per la prestazione con il cliente.
Il Governo rivoluziona inoltre la Rc auto, modificando le norme sull’assicurazione e escludendo i danni fisici lievi dal risarcimento diretto. In questo modo, la Compagnia del danneggiato continuerà a gestire i danni materiali ai veicoli, i danni fisici lievi saranno rimborsati dalla compagnia di chi ha causato l’incidente.
Il provvedimento inoltre vieta alle compagnie di collocare «direttamente o attraverso agenti monomandatari» i propri prodotti ai clienti finali.  Le compagnie, che distribuiscono prodotti assicurativi dei rami danni e vita,  dovranno fornire al cliente i servizi ed i prodotti di almeno due differenti compagnie assicurative. Infine anche il calcolo del forfait del risarcimento diretto potrebbe subire variazioni, il Governo infatti propone che i criteri ed i limiti alle compensazioni siano stabiliti annualmente dall’Isvap. Altra norma che riguarda soprattutto i consumatori, è legata al fatto che le imprese potranno avere la possibilità di risarcire i danni materiali delle vetture non in contanti, ma occupandosi della riparazione diretta del danno.


Commenti disabilitati