Intermediari digitali e la relazione con il cliente

La relazione tra l’intermediario e il cliente deve risultare come un abbinamento perfetto.

Il digitale – da più di un anno a questa parte – ha messo radici profonde nella vita professionale di ciascun intermediario.

Internet, con le sue infinite potenzialità, ha sicuramente portato con sé degli innumerevoli benefici.

La domanda centrale di questa riflessione è:

In che modo è cambiata la relazione con il cliente?

Customer Care 

Con il termine customer care si fa riferimento alla “cura del cliente”, intesa come l’insieme di tutti quei processi volti alla soddisfazione del cliente.

Nel settore dell’intermediazione la relazione con il cliente finale rappresenta il vero motore del proprio business.

Il lavoro di consulenza prevede, infatti, un contatto e un incontro continuo con il potenziale cliente, fino a concludere la vendita.

Il processo di vendita, a sua volta è caratterizzato da una serie di meccanismi che fidelizzano il cliente e che gli permettono di fidarsi della tua professionalità.

Fanno parte di questi meccanismi anche alcune “soft skills” che un professionista deve possedere, quali la capacità di ascolto e di comprensione delle problematiche, l’essere accoglienti e disponibili e molto altro.

Tutto ciò, insieme alle competenze tecniche dell’intermediario, spinge un potenziale cliente a scegliere te piuttosto che un competitor.

Insomma, potremmo dire che è una questione di feeling! 

Ma tutto ciò come si traduce nel mondo di internet?

Branding

Ne abbiamo più volte parlato nel nostro blog.

Il branding – ma anche il personal branding – rappresentano la capacità di affermare il proprio prodotto/servizio nel mercato di riferimento e di affermare se stessi come professionisti di settore.

Questo processo, se fatto correttamente, ti permetterà di attirare l’attenzione di nuovi potenziali clienti.

Questi ultimi, infatti, spinti anche dalle buone recensioni presenti in rete sul tuo conto (TAGGA), decideranno di mettersi in contatto con te.

Interazione: 

Immagina un utente che cerca in rete il nome di un intermediario poiché ha la necessità di una consulenza, si imbatte nei tuoi canali social e inizia a raccogliere informazioni.

Se a quel potenziale cliente viene offerta un’esperienza positiva, cioè informazioni esaustive sul tuo sito web, pagine social ben gestite con delle recensioni lasciate dagli utenti, sicuramente la propensione a mettersi in contatto con te sarà molto più alta.

Ricorda che i consumatori sono iperstimolati e sempre più informati e si aspettano un maggiore coinvolgimento in esperienze sempre più interattive ed autentiche, che siano caratterizzate da semplicità di accesso ai prodotti e ai servizi e, soprattutto, dalla personalizzazione del trattamento. 

Personalizzazione 

Molto spesso, in un mercato altamente competitivo, un prodotto standardizzato non è sufficiente a soddisfare le esigenze del cliente.

Il settore dell’intermediazione assicurativa e del credito è molto vasto e ciascun utente potrebbe avere la necessità di una consulenza su un tema molto specifico.

l’obiettivo deve essere quello di trasmettere, attraverso il sito web e i canali social, la tua capacità di rispondere a ciascun dubbio e/o domanda da parte del potenziale cliente.

Un utente che si interfaccia con un professionista capace di personalizzare il servizio offerto, sarà sicuramente più soddisfatto e anche predisposto a parlare bene della tua attività ad un amico.

Ricorda, il passaparola è una delle chiavi del successo per un intermediario!

Questi consigli sono una buona base di partenza per avviare un buon processo di customer care, ricorda, però, che la “cura del cliente” avviene attraverso diverse strategie e canali.

Se vuoi restare aggiornato su questo ed altri temi riguardanti l’intermediazione digitale continua a seguire il nostro blog e la Community ufficiale.

 


Lascia un commento