Diventare intermediario assicurativo: 5 principali vantaggi

Il settore assicurativo offre un’opportunità di carriera che non è seconda a nessun altro settore in termini di potenziale economico.

I 5 motivi più comuni per diventare intermediario assicurativo.

Il primo passo in questo settore è quello dell’iscrizione al RUI, generalmente si parte come subagente assicurativo per iniziare a fare esperienza sul campo e successivamente proseguire la carriera come Agente o Broker assicurativo sostenendo l’esame IVASS.

Il primo step per l’iscrizione al RUI come subagente è il corso di formazione obbligatorio di 60 ore, un corso di formazione online con l’esame finale in aula come da normativa IVASS.

Una volta ottenuto l’attestato, è possibile consegnarlo all’intermediario con il quale si è scelto di collaborare, che procederà con la richiesta di iscrizione al registro unico degli intermediari.

Nel corso degli anni abbiamo formato centinaia di intermediari con i quali abbiamo un legame e un rapporto che ci lega da tempo, i motivi che li hanno portati a fare questa scelta sono in sintesi comuni a tutti.

Vediamo ora in sintesi i 5 più comuni vantaggi della vita di un intermediario assicurativo.
1. Libertà di lavoro
Nella maggior parte dei casi, l’intermediazione assicurativa è totalmente diversa da una tipica carriera aziendale.

L’intermediazione assicurativa è l’esatto contrario di una tipica giornata lavorativa aziendale; gli agenti assicurativi sono imprenditori, decidono con chi vogliono lavorare, quando vogliono lavorare e come vogliono gestire la propria attività giorno per giorno.

Decidere quando lavorare
Gli intermediari assicurativi amano la libertà e l’autonomia di decidere come e quando vogliono lavorare.
Più si cresce con l’esperienza e più si va avanti con il proprio percorso professionale, più è possibile diversificare la propria offerta, decidendo i rami assicurativi in cui operare e quindi la tipologia di prodotti da poter collocare.

2. Imprenditorialità
Avere “spirito imprenditoriale”, l’intermediazione assicurativa richiede il massimo sforzo imprenditoriale dal primo giorno!

Che si tratti di agenzie assicurative, attività di broker o singoli professionisti, l’imprenditorialità è il segreto ed il cuore di questo settore; chi riesce a mettere in atto una buona strategia di business riesce anche a trarre importanti volumi di polizze stipulate e conseguenti ricavi economici.

Uno dei primi step è sicuramente quello di diversificare l’offerta, in modo tale da disporre di un ventaglio prodotti molto ampio e attirare diversi potenziali clienti.

3. Opportunità di mercato
Esiste un enorme mercato di potenziali clienti in questo settore, indipendentemente dal prodotto scelto.

La pratica e l’esperienza insegnano nel tempo a mettere meglio a frutto le strategie di marketing e di vendita, ma come già evidenziato, le coperture assicurative sono sempre più diversificate e numerose, anni fa la RC auto era la regina indiscussa del mercato, oggi sono state introdotte diverse tipologie di polizze per differenti tipologie di rischio.

Ecco perché ogni intermediario ha un mercato potenziale sempre più ampio sul quale poter concentrare la propria attività.

Sempre più persone faranno richiesta di coperture sanitarie ad esempio, oppure polizze contro gli eventi naturali, il numero di potenziali clienti raddoppierà nei prossimi 20-30 anni, inoltre i Baby Boomer staranno compiendo 65 anni nel prossimo decennio o due.

Alcune coperture assicurative vanno acquistate sia che le condizioni di mercato siano buone sia che le condizioni di mercato siano cattive.

4. Opportunità di reddito passivo
Una volta stipulata una polizza, ogni rinnovo genera un ricavo per l’intermediario, quindi annualmente vengono riconosciuti i rinnovi di tutte le polizze stipulate.

Ecco perché attraverso un buon bilanciamento dei prodotti offerti e successivamente con la creazione di una propria rete di intermediari è possibile raggiungere elevati livelli di redditi passivi.

5. Elevata redditività
Redditività non significa necessariamente denaro, per chi lavora nel settore assicurativo la ricchezza equivale anche al tempo libero. La qualità del tempo che si ha a disposizione e la libertà che si ottiene dagli sforzi che fanno all’inizio della carriera assicurativa.

L’intermediario assicurativo è a tutti gli effetti un imprenditore moderno, un consulente con una importante platea di potenziali clienti e con prodotti che diventeranno sempre più essenziali.

Le possibilità di raggiungere elevati livelli di redditività sono elevate nel settore assicurativo, ma per raggiungere questo obiettivo sono necessari importanti sforzi ad inizio carriera.

VN:F [1.9.22_1171]

Quanto ti è stato utile questo contenuto?

Rating: 9.5/10 (2 votes cast)
Diventare intermediario assicurativo: 5 principali vantaggi, 9.5 out of 10 based on 2 ratings

Lascia un commento