La Digital Transformation del subagente assicurativo

Come si diventa subagente assicurativo

Il subagente assicurativo, o intermediario assicurativo, è una delle figure più diffuse nel settore assicurativo. Per ricoprire questa professione si necessita dell’iscrizione al RUI (Registro Unico degli Intermediari assicurativi). Per fare parte del RUI bisogna superare un esame specifico al termine del quale viene rilasciato l’attestato formativo. Il corso per subagente assicurativo è sempre disponibile 24h online sul nostro store..

Subagente assicurativo: possibili scenari post Covid-19

Negli ultimi mesi, a causa dell’emergenza Covid-19, sono profondamente cambiati gli assetti organizzativi in molti settori, tra i quali quello assicurativo. Il rapporto diretto con il cliente è per il subagente una delle fasi più importanti del proprio lavoro e, allo stesso tempo, rappresenta il processo che ha subito maggiori trasformazioni nel corso degli ultimi mesi.

Tuttavia, c’è da dire che l’emergenza sanitaria ha portato a uno sviluppo e a una accelerazione repentina della digitalizzazione in ogni settore. Ciò che abbiamo creduto sarebbe accaduto nel giro di qualche anno, in realtà, si è concretizzato e concentrato in poche settimane.

In questo processo di innovazione e digitalizzazione, nel caso del settore assicurativo, l’aspetto probabilmente più interessante è legato proprio alla gestione della customer experience e del rapporto con la clientela, due campi d’azione che, più di altri, sono stati attraversati da profonde trasformazioni. Grazie alla tecnologia si possono realizzare rapidamente attività che prima avrebbero richiesto molti mesi. Ci sono, infatti, strumenti a disposizione che possono supportare subagenti nella relazione, anche a distanza, con i propri clienti e che permettono, a chi opera in questo settore, di diventare molto più efficaci a proporre la soluzione personalizzata migliore possibile.

Un esempio, in tal senso, è WhatsApp Business, un ottimo strumento di comunicazione con i clienti. Questa applicazione permette non solo di mettere in evidenza tutte le caratteristiche della propria attività, ma consente anche di instaurare un rapporto molto più diretto e personale con la clientela, facendo in questo modo fidelizzare la persona al servizio che si offre. Ancora, un efficace strumento di comunicazione con la clientela sono i blog, ottimi per mettere in evidenza la propria professione e i servizi messi a disposizione.
La pandemia ha, quindi, cambiato radicalmente il modo di interagire con le altre persone e ha cambiato, ovviamente, anche il settore assicurativo e il lavoro dei subagenti assicurativi che, digitalizzandosi, non può cancellare, ma deve valorizzare la relazione umana; un intermediario così digitalizzato rappresenta un valore aggiunto nei confronti del cliente.

In questo scenario, un altro aspetto di grande importanza, riguarda la profilazione dei clienti che deve, naturalmente, essere GDPR compliance. Sempre di più, le autorità italiane si stanno orientando verso una valutazione dei comportamenti commerciali sulla base dei principi di correttezza e di tutela del cliente e questo rappresenta il contesto in cui si può sviluppare un’azione commerciale innovativa sempre più vicina ai bisogni della clientela.

Circa il tema degli strumenti di comunicazione più utilizzati dai subagenti assicurativi nei mesi dell’emergenza, puoi approfondire cliccando qui

 

Iscriviti alle nostre community per intermediari digitali
Community facebook
Community Linkedin

VN:F [1.9.22_1171]

Quanto ti è stato utile questo contenuto?

Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Lascia un commento