Attività di vigilanza OAM

Lotta all’abusivismo finanziario

Nell’ambito delle attività di Vigilanza, l’OAM ha introdotto una nuova modalità per la segnalazione di abusi da parte di soggetti non iscritti negli Elenchi e che svolgono illecitamente l’attività di intermediazione finanziaria.

Accedendo a questo link https://www.organismo-am.it/vigilanza/segnalazioni-ed-esposti, è infatti possibile compilare la segnalazione, con pochi e intuitivi passaggi.

Questa nuova modalità si aggiunge a quelle già disponibili (fax, email e lettera ordinaria). Lo scopo è quello di intensificare la lotta all’abusivismo finanziario voluta dall’Organismo che ha anche lanciato una campagna di informazione.

La campagna ha come obiettivo quello di spingere i consumatori a rivolgersi esclusivamente ad intermediari regolarmente iscritti negli Elenchi tenuti dall’Organismo.

Con un’analoga modalità online è possibile presentare esposti all’Organismo per segnalare comportamenti irregolari o non trasparenti da parte degli iscritti agli Elenchi. Oppure la mancanza dei requisiti per il mantenimento dell’iscrizione. Ancora, i soggetti che svolgono attività di Compro oro e di Cambiavalute senza risultare iscritti ai relativi Registri.

Intermediario finanziario e informativa alla clientela

Sempre nell’ambito dell’attività di Vigilanza, L’OAM ha riscontrato comportamenti non conformi da parte di alcuni Mediatori creditizi. Questi ultimi, prospettavano al cliente – all’interno dei fogli informativi o nella sezione reclami del proprio sito Internet –  la possibilità di ricorrere all’Arbitro Bancario Finanziario per risolvere la controversia emersa nel rapporto con il Mediatore.

  • L’OAM ricorda che, in base alla normativa vigente, tra i soggetti che aderiscono a sistemi di risoluzione stragiudiziale delle controversie con la clientela in materia di operazioni e servizi bancari e finanziari non rientrano i Mediatori creditizi e gli Agenti in attività finanziaria.

Questi ultimi devono chiaramente informare il cliente che non è possibile, in caso di controversia con l’intermediario finanziario, ricorrere all’Arbitro finanziario per la risoluzione della stessa.

I Mediatori sono tenuti, comunque, a mettere a disposizione della clientela la Guida pratica sull’Arbitro redatta sul modello del sito www.arbitrobancariofinanziario.it .

L’OAM vigilerà sulla corretta applicazione della normativa vigente e interesserà la Banca d’Italia per eventuali profili di competenza.

 


Lascia un commento