Aggiornamento IVASS 2020, l’importanza di rimanere al passo

Da un anno a questa parte ogni aspetto della nostra vita sociale, privata e lavorativa ha subìto dei radicali cambiamenti

Nell’epoca delle grandi trasformazioni, per rimanere al passo con i tempi e continuare ad essere spendibili sul mercato, è fondamentale aggiornarsi.

Tant’è vero che gli intermediari assicurativi ogni anno devono adempiere all’aggiornamento professionale di 30h, così come da normativa IVASS.

Quest’anno però, dato il momento storico che abbiamo vissuto, l’IVASS ha deciso di prorogare il termine di scadenza, solitamente fissato al 31 dicembre.

Quindi, se sei un intermediario assicurativo e non hai ancora sostenuto l’aggiornamento IVASS 2020 hai ancora tempo fino al 31 marzo 2021!

Perché aggiornarsi.

Il settore assicurativo è tra quelli maggiormente soggetto a cambiamenti normativi e di settore.

Non conoscere le ultime novità introdotte dall’IVASS significa precludersi una buona fetta di lavoro e anche minare la propria professionalità e credibilità, ecco perché è fondamentale restare al passo.

Se sei un intermediario assicurativo concorderai con noi che nell’ultimo anno i cambiamenti che hai dovuto affrontare non sono stati pochi, a partire dall’affermazione radicale del digitale.

Hai dovuto trasferire la tua attività online, aprendo un sito web e gestendo il tuo brand sui vari canali social.

I tempi lavorativi, sotto certi aspetti, si sono però sicuramente accorciati. Grazie al web, infatti, una consulenza può essere erogata velocemente e con tempi altrettanto rapidi un nuovo potenziale cliente può imbattersi nei tuoi profili social.

Aggiornarsi vuol dire essere competitivi.

Oggi il mercato è spietato e richiede ai professionisti di rimanere sempre al passo. La pena è l’oblio, l’essere tagliati fuori dalla competizione professionale che si fa sempre più intensa.

Tuttavia, dedicare del tempo a questo aggiornamento, o ad altra formazione, spesso viene considerato come del tempo sottratto al lavoro.

In realtà, oggi come oggi la necessità di fare aggiornamento professionale è ancora più spiccata, perché i cambiamenti spesso sono all’ordine del giorno. La possibilità di aggiornarsi anche con mezzi telematici ed informatici (come per esempio con la formazione multimediale e l’e-learning), d’altronde, permette un risparmio di tempo e risorse considerevole.

A partire dal 2020 (e tutt’oggi), infatti, l’aggiornamento IVASS viene svolto online, su una piattaforma dedicata dalla quale è possibile anche svolgere il test di verifica finale.

L’aggiornamento professionale è quindi uno step fondamentale per la crescita lavorativa di ogni intermediario, almeno per tre fondamentali motivi:

  • perché l’aggiornamento professionale va incontro ai bisogni, sempre più specifici, della clientela e del mercato permettendo al professionista di rimanere sempre in una posizione professionale ottimale;
  • perché l’aggiornamento professionale è fondamentale per i giovani professionisti per acquisire le competenze necessarie per restare nel mercato;
  • perché l’aggiornamento professionale è un modo eccellente di tenere la mente fresca ed allenata circa le varie problematiche che un professionista deve affrontare quando lavora.

Per restare aggiornato sulle ulteriori novità in merito all’IVASS ma non solo, continua a seguire il nostro blog e la pagina ufficiale.


Lascia un commento