Chi deve sostenere la prova d’idoneità A-B?

L’esame IVASS per Agenti e broker deve essere sostenuto da coloro che intendano intraprendere le attività professionali di Agente di Assicurazioni o di Broker assicurativo.


Quali sono i requisiti per l’ammissione alla prova d’idoneità?

Le persone che intendano iscriversi alla sezione A o B del Rui devono possedere, alla data dello svolgimento dell’esame presso l’IVASS, almeno il diploma di istruzione secondaria superiore, rilasciato a seguito di corso di durata quinquennale oppure quadriennale integrato dal corso annuale previsto per legge o di un titolo di studio estero equipollente.

N.B. Tale requisito, a seguito del Provvedimento n. 97 è stato ampliato a tutti gli intermediari assicurativi che intendano iscriversi anche nelle altre sezione del RUI.


Procedura d’iscrizione alla prova d’idoneità 

Tutti gli step da seguire

  1. Accedere al sito dell’IVASS all’indirizzo ivass.it

Sul sito dell’IVASS è presente l’applicazione informatica mediante la quale è possibile registrarsi al portale e ottenere le credenziali di accesso per la compilazione della domanda.

Il primo step prevede la scelta del modulo per il quale si intende svolgere la prova.

È possibile scegliere tra:

  • modulo assicurativo;
  • riassicurativo;
  • modulo assicurativo e riassicurativo.

Cliccando sul modulo d’interesse e inseriti i primi dati, il sistema invierà, alla casella indicata, una e-mail di conferma contenente un link mediante il quale è possibile confermare l’accesso all’applicazione e procedere con il successivo inserimento delle informazioni.

I candidati dovranno inserire ai sensi di legge e sotto propria responsabilità:

  • i propri dati anagrafici;
  • il codice identificativo numerico di 14 cifre e la data di emissione di una marca da bollo di € 16,00, marca che il candidato non dovrà esibire il giorno della prova ma che avrà l’obbligo di conservare per tre anni, fino alla scadenza del termine di decadenza previsto per l’accertamento da parte dell’Amministrazione finanziaria;
  • eventuali altri documenti.
  1.   Emissione codice univoco e ricezione mail di conferma

Al termine della procedura di presentazione della domanda, l’applicazione informatica attribuirà alla domanda stessa il numero identificativo univoco del candidato, composto dal codice della prova e dal numero di protocollo.

A conferma del completamento dell’iter di inserimento della domanda, l’applicazione informatica invierà, tramite posta elettronica, il modulo di domanda riportante gli estremi identificativi sopraindicati all’indirizzo utilizzato dal candidato in fase di registrazione al portale.

Per avere certezza di aver concluso validamente la procedura di iscrizione, si raccomanda vivamente di verificare di aver ricevuto la predetta e-mail di conferma.

  1. Pagamento del contributo per la partecipazione alla prova: modalità e termini

Per poter essere ammesso a sostenere la prova, il candidato è tenuto ad effettuare il pagamento di un contributo di euro 70, come previsto dal decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze del 11 agosto 2020.

Il pagamento andrà effettuato mediante accesso al sistema PagoPA, avuto presente quanto segue:

  • l’avviso di pagamento PagoPA precompilato è scaricabile dal sito internet https://web1.unimaticaspa.it/unipay/startPayment.jsp?tenant=ivass  digitando al primo accesso con carattere minuscolo il proprio codice fiscale come username e password. Il sistema poi consentirà di creare una password personale;
  • l’avviso può essere pagato presso tutti i Prestatori di Servizio di Pagamento (PSP) abilitati al servizio di PagoPA con le modalità specifiche riportate nello stesso avviso. Si ricorda di conservare la ricevuta telematica di avvenuto pagamento per ogni eventuale verifica.

L’elenco aggiornato dei PSP abilitati è disponibile sul sito internet di PagoPA S.p.A. all’indirizzo:

https://www.pagopa.gov.it/it/prestatori-servizi-di-pagamento/elenco-PSPattivi/

Il pagamento deve essere effettuato in una specifica finestra temporale stabilita annualmente dall’IVASS

Il contributo è rimborsabile esclusivamente nel caso in cui la prova valutativa sia revocata per motivi imputabili all’IVASS.

Per l’esecuzione dell’applicazione è possibile utilizzare IExplorer, Mozilla Firefox oppure Google Chrome; è necessario che l’esecuzione dei javascript sia abilitata.

Per la risoluzione di problemi legati alla compilazione o all’invio della domanda on-line è possibile contattare il numero telefonico 06.42133526 (dalle 9.00 alle 13.00 lun/ven).


Dove si trovano le informazioni circa la data e il luogo dell’esame?

La prova di idoneità per l’iscrizione all’albo degli intermediari assicurativi è indetta una volta l’anno e pubblicata nella Gazzetta Ufficiale.

La data, il luogo e l’orario dell’esame saranno indicati almeno 30 giorni antecedenti la data dello svolgimento dell’esame e pubblicati nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana – 4° Serie Speciale “Concorsi ed Esami”. Nel caso in cui circostanze straordinarie e imprevedibili rendano necessario rinviare lo svolgimento della prova scritta dopo la pubblicazione dell’avviso, la notizia del rinvio e l’indicazione della data, del luogo e dell’orario dell’esame viene prontamente diffusa mediante avviso sulla Gazzetta Ufficiale. Tali comunicazioni assumono valore di notifica a tutti gli effetti di legge.


In cosa consiste la prova di idoneità – esame IVASS A-B?

La prova consiste in un esame scritto articolato in quesiti a risposta multipla.

Per i candidati che intendono esercitare l’attività di intermediazione assicurativa, la prova verte sulle seguenti materie:

  • diritto delle assicurazioni, inclusa la disciplina regolamentare emanata dall’IVASS;
  • disciplina della previdenza complementare;
  • disciplina dell’attività di agenzia e di mediazione;
  • tecnica assicurativa;
  • disciplina della tutela del consumatore;
  • nozioni di diritto privato;
  • nozioni di diritto tributario riguardanti la materia assicurativa e la previdenza complementare.

Per i candidati che intendono esercitare l’attività di intermediazione riassicurativa, la prova verte, oltre che sulle materie sopra indicate, anche sulle seguenti materie:

  1. disciplina del contratto di riassicurazione e tipologie di riassicurazione;
  2. tecnica riassicurativa.

I candidati che intendono esercitare l’attività di intermediazione riassicurativa e che risultano già iscritti nelle sezioni A o B del Registro o già idonei all’esercizio dell’attività di intermediazione assicurativa, devono sostenere l’esame solo sulle materie indicate ai numeri 1) e 2).

Sono considerati idonei i candidati che abbiano riportato un punteggio non inferiore a sessanta centesimi (60/100).