Consulenti Finanziari e cancellazione dall’Albo

Cancellazione dall’Albo unico dei Consulenti Finanziari, ecco come fare

L’Organismo procede alla cancellazione dall’Albo unico dei Consulenti Finanziari nei seguenti casi:

  • domanda dell’interessato;
  • iscrizione all’Albo ottenuta presentando false dichiarazioni o con qualsiasi altro mezzo irregolare;
  • se la Società di Consulenza Finanziaria non ha alcun rapporto di collaborazione aperto, per mancato esercizio entro dodici mesi dall’iscrizione/cessata attività per più di sei mesi (art. 152, c. 1, lett. c, Regolamento Intermediari);
  • perdita di uno dei requisiti per l’iscrizione all’Albo richiamati dall’art. 148 del Regolamento Intermediari, ad eccezione del requisito di indipendenza la cui perdita da parte dell’iscritto comporta la radiazione;
  • mancato pagamento del contributo dovuto all’Organismo;
  • decesso;
  • adozione del provvedimento di radiazione dall’Albo.

È possibile la re-iscrizione all’Albo in seguito a cancellazione per mancato pagamento del contributo annuale, solo successivamente al pagamento del contributo/i dovuto/i e non pagato/i, presentando la domanda tramite la procedura online nell’area riservata a ciascuna categoria.

Per essere cancellati nell’anno in corso e non pagare la quota di iscrizione per l’anno successivo, la domanda di cancellazione deve essere presentata entro e non oltre il 2 novembre (fa fede il timbro postale) secondo le modalità di seguito indicate.

Consulenti Finanziari abilitati all’offerta fuori sede e i Consulenti Autonomi

La richiesta di cancellazione dall’Albo unico dei Consulenti Finanziari può essere effettuata nei seguenti casi:

– Consulenti Finanziari abilitati all’offerta fuori sede e dai consulenti che hanno cessato l’attività di Consulente Finanziario Autonomo;

– Consulenti Finanziari abilitati all’offerta fuori sede e dai consulenti che hanno cessato il rapporto di collaborazione con la Società di Consulenza Finanziaria.

La richiesta di cancellazione può avvenire tramite compilazione e invio dell’apposito modulo. Quest’ultimo deve contenere una marca da bollo da Euro 16,00 e copia fronte/retro di un documento di riconoscimento in corso di validità.

Società di Consulenza Finanziaria

La richiesta di cancellazione dall’Albo unico dei Consulenti Finanziari può essere effettuata dalle Società di Consulenza Finanziaria che hanno cessato l’attività di consulenza in materia di investimenti e/o che siano state cancellate dal Registro Imprese di CCIAA, tramite compilazione da parte del legale rappresentante della stessa società e invio dell’apposito modulo, munito di marca da bollo da Euro 16,00 e copia fronte/retro di un documento di riconoscimento in corso di validità del legale rappresentante.

Cancellazione dall’Albo unico dei Consulenti Finanziari – re-iscrizione per gli ex iscritti

Tutti gli ex-iscritti all’Albo unico dei Consulenti Finanziari possono presentare richiesta di re-iscrizione seguendo la procedura guidata online per l’iscrizione in ciascuna delle categorie professionali, dei Consulenti Finanziari abilitati, delle Società e dei Consulenti Finanziari autonomi.

L’eventuale re-iscrizione all’Albo in seguito a cancellazione per mancato pagamento del contributo annuale è vincolata alla presentazione dell’apposita domanda online a seguito del pagamento del contributo/i dovuto/i e non pagato/i.

Allo stesso modo, la richiesta di re-iscrizione a seguito di cancellazione per perdita dei requisiti è subordinata alla riacquisizione di tutti i requisiti. Nel caso in cui sia stata adottata una delibera di radiazione dall’Albo, per poter presentare richiesta di re-iscrizione devono decorrere 5 anni dalla data della notifica della delibera di radiazione.

Per presentare richiesta di re-iscrizione accedere all’area riservata e seguire la compilazione guidata della domanda di iscrizione.

Per scoprire quali sono gli obblighi annuali clicca qui.

 

 


Lascia un commento