Circolare n. 32/19 – contenente disposizioni inerenti il versamento dei contributi e delle altre somme dovute da parte degli operatori Compro oro iscritti nell’anno 2018.

Organismo per la gestione degli Elenchi degli Agenti in attività finanziaria e dei Mediatori creditizi

Circolare n. 32/19

contenente disposizioni inerenti al versamento dei contributi e delle altre somme dovute da parte degli operatori Compro oro iscritti nell’anno 2018.

Il Comitato di Gestione dell’OAM – Organismo per la gestione degli Elenchi degli Agenti in attività finanziaria e dei Mediatori creditizi

Visto l’art. 3, comma 1, del D.lgs. 25 maggio 2017, n. 92 (nel prosieguo, “D.lgs. n. 92/2017”), ai sensi del quale l’esercizio dell’attività di compro oro è riservato agli operatori iscritti nel Registro degli operatori compro oro (di seguito, “Registro”), all’uopo istituito presso l’OAM; visto l’art. 3, comma 4, lett. f), del D.lgs. n. 92/2017, secondo cui con decreto del Ministro dell’economia e delle finanze sono definiti l’entità ed i criteri di determinazione del contributo, dovuto dagli iscritti nel Registro a copertura integrale dei costi di istituzione, sviluppo e gestione del Registro stesso, nonché le modalità e i termini entro cui provvedere al relativo
versamento;

visto l’art. 3, comma 5, del D.lgs. n. 92/2017, per il quale il mancato versamento dei contributi dovuti all’OAM costituisce causa ostativa all’iscrizione ovvero alla permanenza dell’operatore compro oro nel Registro;

visto l’art. 3, comma 3, del decreto del 14 maggio 2018 del Ministro dell’economia e delle finanze, contenente norme per l’individuazione delle modalità tecniche di invio dei dati e di alimentazione del Registro (di seguito, “Decreto”), ai sensi del quale all’istanza d’iscrizione è allegata copia del versamento del contributo annuale;

visto l’art. 5 del Decreto;
visto l’art. 36, comma 2, del Regolamento Interno OAM;
visto l’art. 37, comma 1, del Regolamento interno OAM;

vista la Circolare OAM n. 30/18 contenente disposizioni inerenti al versamento dei contributi e delle altre somme dovute da parte degli operatori Compro oro approva la seguente

CIRCOLARE

  1. La presente circolare determina il contributo dovuto per l’anno 2019 dai soggetti che risultino iscritti nel Registro Compro oro alla data del 31 dicembre 2018. La quota richiesta è riferita al periodo di iscrizione dal 1° luglio 2019 al 31 dicembre 2019 ed è, quindi, dovuta in relazione al semestre indicato nella misura riportata nella Tabella A, allegata alla presente Circolare. Il contributo, composto da quota fissa e quota variabile, deve essere corrisposto in considerazione della natura giuridica, dell’esclusività o meno dell’attività svolta e della complessità organizzativa dell’operatore Compro oro.
    La quota, determinata secondo i criteri di cui al comma precedente, deve essere versata a partire dal 15 luglio 2019 ed entro e non oltre il 30 settembre 2019.
  2. Gli operatori compro oro che presenteranno domanda di iscrizione a decorrere dalla data della presente circolare sono tenuti, invece, al versamento integrale del contributo di prima iscrizione previsto e disciplinato nella Circolare OAM n. 30/18. Il contributo, composto da
    quota fissa e quota variabile, deve essere corrisposto in considerazione della natura giuridica, dell’esclusività o meno dell’attività svolta e della complessità organizzativa dell’operatore Compro oro.
    Gli operatori compro oro che abbiano ottenuto l’iscrizione tra il 1° gennaio 2019 e il giorno antecedente alla data della presente Circolare non sono tenuti al versamento di ulteriori contributi per l’anno in corso, salvo eventuali variazioni di sede operativa/punto vendita o la trasformazione dell’attività da secondaria a prevalente. Per queste variazioni si applica la Circolare OAM n. 30/18.
  3. Non sono tenuti al pagamento del contributo (fisso e variabile) di cui al comma 1 gli iscritti nel Registro al 31 dicembre 2018 che abbiano presentato domanda all’OAM di cancellazione entro il 30 giugno 2019 o per i quali sia in corso, alla medesima data, una procedura di cancellazione d’ufficio.
  4. Gli iscritti nel Registro al 31 dicembre 2018 non sono tenuti al pagamento del contributo variabile relativo alla sede operativa/punto vendita per la quale abbiano comunicato all’OAM la relativa chiusura attraverso istanza di variazione dati presentata entro il 30 giugno 2019.
  5. Il contributo per le annualità di iscrizione successive al 2019 sarà determinato dall’Organismo con apposito provvedimento, anche in funzione del numero complessivo degli iscritti ed in misura proporzionale alla loro dimensione.

Art. 2

  1. L’operatore compro oro iscritto che apra una o più nuove sedi operative o trasferisca una o più sedi operative è tenuto a comunicare l’avvenuta variazione e a versare contestualmente la quota variabile pari a € 70,00 prevista dalla Tabella A della Circolare OAM n. 30/18, per ciascuna sede operativa così modificata o aggiunta.
  2. È esente dal versamento di cui al comma precedente l’operatore compro oro il quale, avendo una sola sede operativa, si limiti a trasferire quella inizialmente comunicata.
  3. Qualora l’attività di compro oro originariamente svolta in via secondaria divenisse prevalente, l’operatore è tenuto a comunicare la variazione e contestualmente versare la differenza tra i diversi contributi previsti dalla Tabella A, pari a € 20,00.

Art. 3

  1. Il versamento del contributo di cui all’art. 1, comma 1, deve essere effettuato sul conto corrente intestato a OAM ASSOCIAZIONE – IT42M0200805181000105318357, indicando tassativamente nella causale il nominativo e il codice fiscale del soggetto a favore del quale il contributo è versato.
  2. L’iscritto deve produrre, secondo le modalità previste dal sistema telematico di iscrizione gestito mediante il sito dell’OAM, copia del documento attestante il versamento del contributo di cui all’art. 1, comma 1, con l’indicazione della banca emittente e del TRN Transaction Reference Number o del CRO – Codice Riferimento Operazione.
  3. L’eventuale versamento dovuto per le variazioni di cui all’art. 2 deve essere effettuato mediante le medesime modalità previste dai precedenti commi.
  4. In caso di cancellazione, anche su istanza di parte, i contributi versati non saranno rimborsati dall’Organismo.
  5. Nei confronti del soggetto che, a seguito di cancellazione dal Registro, presenti una nuova domanda di iscrizione, restano ferme le precedenti esposizioni debitorie verso l’OAM, quali il mancato versamento dei contributi dovuti ai sensi degli articoli precedenti. I crediti
    vantati da OAM per contributi pregressi non versati, sono esigibili ai sensi di legge e l’Organismo imputerà automaticamente ogni nuovo versamento alla precedente posizione debitoria.

Art. 4

  1. Ai fini del pagamento del contributo variabile, per “sede operativa” si intende qualsiasi sede/punto vendita/negozio in cui viene svolta l’attività di compro oro.
    Pertanto, a titolo meramente esemplificativo, gli operatori compro oro che operano con un unico punto vendita/negozio devono corrispondere n. 1 quota di contributo fisso e n. 1
    quota di contributo variabile

Art.5

  1. La presente circolare è pubblicata nella parte del sito web dell’OAM accessibile al pubblico.
VN:F [1.9.22_1171]

Quanto ti è stato utile questo contenuto?

Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Lascia un commento