Provvedimento n. 48 del 17 agosto del 2016 – Modifiche al Provvedimento IVASS n. 39 del 4 dicembre 2015

MODIFICHE AL PROVVEDIMENTO IVASS N. 39 DEL 4 DICEMBRE 2015 CONCERNENTE LE MODALITA’ E I TERMINI PER IL VERSAMENTO DEL CONTRIBUTO DI VIGILANZA A CARICO DELLE IMPRESE DI ASSICURAZIONE E DI RIASSICURAZIONE A PARTIRE DALL’ANNO 2016.

L’ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI

VISTA la legge 12 agosto 1982, n. 576, recante la riforma della vigilanza sulle assicurazioni, e le successive disposizioni modificative ed integrative;

VISTO il decreto legge 6 luglio 2012, n. 95, recante disposizioni urgenti per la revisione della spesa pubblica con invarianza dei servizi ai cittadini, convertito con legge 7 agosto 2012, n. 135, e, in particolare, l’articolo 13 che istituisce l’IVASS – Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni;

VISTO il decreto del Presidente della Repubblica del 12 dicembre 2012 recante lo Statuto dell’IVASS;

VISTA la legge 28 dicembre 2015, n. 208 (Legge di Stabilità 2016), e, in particolare, l’art. 1 comma 742 e seguenti concernente l’assoggettamento a partire dall’esercizio 2016 dell’IVASS alla normativa di tesoreria unica di cui alla legge 29 ottobre 1984 n. 720;

ATTESA la necessità di modificare per l’esercizio 2016 e i successivi esercizi l’IBAN del conto corrente dell’IVASS presso l’Istituto cassiere ai fini dell’operatività in Tesoreria Unica,

adotta il seguente Provvedimento

Art. 1
(Modifiche all’art. 2, comma 2, del Provvedimento IVASS n. 39/2015)

  1. Il versamento del contributo dovrà avvenire mediante bonifico bancario a favore di IVASS, via del Quirinale 21, 00187 Roma sul c/c acceso presso il Banco di Brescia IBAN IT 55 G 03500 03205 00000 0037195, indicando nella causale il codice IVASS dell’impresa e la descrizione “acconto/saldo contributo di vigilanza anno XXXX”.

Art. 2
(Entrata in vigore)

  1. Il presente Provvedimento, pubblicato nel Bollettino e sul sito internet dell’IVASS, entra in vigore a decorrere dalla sua pubblicazione sul sito internet dell’Istituto.

 

Per visualizzare il documento originale clicca qui


Lascia un commento