Tariffe RC auto, chi ha ragione?

On-line numeri contrastanti per i prezzi delle tariffe RC Auto da una parte quelli presentati dalla mia dall’altra quelli presentati dall’IVASS

R&B consulting formazione IVASS OAM news

R&B consulting formazione IVASS OAM news

Da qualche giorno online cresce il dibattito sui prezzi delle RC auto, sono infatti emersi numeri contrastanti in merito al prezzo delle polizze per la copertura rischio delle automobili. In Italia si sa questo argomento è particolarmente sentito poiché nel nostro paese  vengono applicati i prezzi RC auto più alti d’Europa, per farsi un’idea è sufficiente consultare i siti di comparazione on-line italiani ed esteri immettendo le stesse caratteristiche della polizza per avere un quadro completo di come i nostri prezzi siano effettivamente molto elevati.

Dati ANIA ed IVASS a confronto
I dati diffusi dall’associazione delle assicurazioni (ANIA) vanno a contrapporsi a quelli diffusi dall’autorità di vigilanza sul settore assicurativo l’IVASS, mentre infatti quelli diffusi dall’ANIA registrano un calo delle tariffe, i dati diffusi dall’IVASS evidenziano invece una crescita.
Tali dati sono stati analizzati dal Codacons secondo quest’ultimo il dato diffuso dall’associazione delle assicurazioni sul costo delle polizze, nel periodo compreso tra settembre 2000 12 marzo 2013 avrebbe fatto registrare un calo del 4,5% mentre in quello diffuso dall’IVASS si evidenzia un aumento. L’autorità di vigilanza sul settore assicurativo evidenzia che nell’ultimo anno le tariffe RC Auto sono aumentate con punte del 13,5% per le donne, complice anche la sentenza della corte di giustizia europea, e gli uomini che vivono nelle regioni del Sud hanno visto un aumento che ha toccato massimi del 9% come ad esempio a Napoli.

Prezzi estremamente elevati per il nostro paese
Come già evidenziato altre volte e come da tempo se ne discute in tutti i salotti del settore, reali e virtuali, i prezzi applicati delle tariffe RC Auto nel nostro paese sono eccessivamente alti, questo comporta uno svantaggio per tutto il mercato assicurativo italiano; il premio medio risulta essere più del doppio rispetto a quello della Francia e del Portogallo e supera quello tedesco dell’80% e quello dell’Olanda per il 70%.

VN:F [1.9.22_1171]

Quanto ti è stato utile questo contenuto?

Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Lascia un commento