Segnala un abusivo, continua la battaglia dell’OAM

Continua la battaglia dell’OAM contro l’abusivismo nell’intermediazione del credito

federico lucchetti oam

federico lucchetti oam

Il direttore dell’OAM (l’organismo di vigilanza sul settore creditizio e sui professionisti che ne fanno parte) Federico Lucchetti parla del costante lavoro dell’OAM sul contrasto all’abusivismo nell’intermediazione del credito.

Nuovo sito per l’OAM per il massimo contrasto all’abusivismo
Nel nuovo portale dell’OAM viene dedicato grande spazio alla battaglia contro l’abusivismo nell’esercizio dell’intermediazione del credito, un problema non da poco che nel nostro paese conta numerose vittime ma soprattutto numerosi operatori. Attraverso la funzione “segnala un abusivo” è possibile avviare la procedura di segnalazione per coloro che operano in maniera non regolare e quinti attivare le consuete procedure di controllo dell’OAM. Tali procedure includono il potenziamento della rete di controlli in loco presso le strutture di volta in volta segnalate; il controllo sul territorio è fondamentale per poter garantire che i requisiti richiesti dall’OAM per operare in questo settore siano regolarmente e puntualmente rispettati.

Tutela e sensibilizzazione, OAM sempre più dalla parte dei consumatori
Complice la relazione ed il confronto con numerose realtà associative, l’OAM con il nuovo portale tende a rafforzare l’operato dei professionisti che rappresenta e strizza un occhio ai consumatori; il nuovo portale (sulla scia dell’omologo nel settore assicurativo) presenta e mette a disposizione della rete maggiori sezioni dedicate alla sensibilizzazione degli utenti (come la nuova sezione FAQ ad esempio).
Gli esposti per esercizio abusivo in Italia sono numerosi, più del 50% riguarda imprese del Sud, per il 29% imprese del Centro e un restante 18% imprese localizzate al Nord, l’attività di contrasto è fondamentale per un settore così importante come il credito.

I numeri dell’OAM
Anche sugli iscritti i numeri sono incoraggianti, il mercato del credito è uno di quelli che con un minimo segnale di ripresa può offrine numerose opportunità di impiego al 31 gennaio scorso gli iscritti erano 9.739:
– 6.947 agenti persone fisiche
– 1.020 agenti persone giuridiche
– 283 mediatori
– 1.304 istituti di pagamento
gli iscritti che risultano operativi sono 7.303

VN:F [1.9.22_1171]

Quanto ti è stato utile questo contenuto?

Rating: 3.5/10 (2 votes cast)
Segnala un abusivo, continua la battaglia dell’OAM, 3.5 out of 10 based on 2 ratings

Lascia un commento