Plurimandato assicurazioni, continuano le indagini

Il plurimandato nel settore assicurativo è uno dei nodi principali sui quali da tempo si discute e sul quale l’Antitrust ha recentemente avviato un’indagine, fin dall’avvio delle liberalizzazioni non si sono visti grandi cambiamenti o rivoluzioni del caso.

Antitrust avviata un’inchiesta
Notizia recente è l’avvio di una inchiesta su otto imprese assicurative sospettate di aver intralciato l’entrata in vigore delle liberalizzazioni, proprio per mettere i bastoni tra le ruote ad un sistema che potrebbe effettivamente portare più concorrenza e competitività sul mercato assicurativo e portare gli ormai necessari cali dei prezzi delle tariffe RC auto; proprio queste polizze sono al centro di un passaggio del presidente dell’IVASS Rossi, il quale sottolinea come in Italia vi siano costi troppo onerosi per la copertura assicurativa dei veicoli.
Uno dei punti contenuti nelle liberalizzazioni era il divieto di esclusiva per gli agenti assicurativi, che a questa punto avrebbero avuto semaforo verde per poter diventare plurimandatari ed aumentare la concorrenza in un mercato ormai statico.

Liberalizzazioni, nella pratica un nulla di fatto
L’inchiesta avviata dall’antitrust che riguarda Axa, Reale Mutua, Unipol, Groupama, Allianz, Fonsai, Cattolica Assicurazioni, e Generali è volta ad accertare se le compagnie abbiano in qualche modo ostacolato il plurimandato e la sua effettiva attuazione da parte degli agenti.
Dopo numerose segnalazioni, ha deciso di aprire un fascicolo in merito, va sottolineato che le compagnie al centro delle indagini in pratica costituiscono il grosso del mercato delle RC auto, e le eventuali sanzioni potrebbero portare non poche conseguenze.

I contratti sotto esame
Gli accertamenti verranno effettuati sui contratti che legano gli agenti alle compagnie, stando alle segnalazioni vi sarebbero alcune clausole volte a disincentivare l’operato per più compagnie, in modo tale da costringere ad esercitare l’attività in esclusiva per una sola impresa.

Si attendono quindi le decisioni dell’Antitrust in merito anche per chiarire se i contratti esistenti siano più o meno conformi per l’esercizio del plurimandato.

R&B consulting formazione IVASS OAM news

R&B consulting formazione IVASS OAM news

VN:F [1.9.22_1171]

Quanto ti è stato utile questo contenuto?

Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Lascia un commento