OAM: la lotta all’abusivismo passa anche per una maggiore certificazione delle competenze

L’azione di contrasto all’abusivismo nell’esercizio dell’intermediazione del credito messa in campo dall’OAM sta agendo su vari fronti, fin dal suo incarico (a seguito del decreto legislativo 141/2010) di tenuta dell’albo degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi, l’intento è sempre stato quello di una maggiore tutela dei consumatori e soprattutto della professionalità di tutti coloro che costituiscono un comparto importantissimo nel nostro paese.

Dal fax all’esame OAM, molto è cambiato
Bisogna tornare indietro di un po’ di anni, al tempo in cui l’albo era tenuto dall’Ufficio Italiano dei Cambi e successivamente da Bankitalia, in quegli anni bastava compilare la documentazione ed inoltrarla via fax mentre passando ad un sistema più selettivo le cose sono radicalmente cambiate (a partire dal drastico calo dei finti intermediari) non a caso il numero degli agenti in attività finanziaria è diminuito del -91,89% rispetto a quelli che hanno dovuto adeguarsi alle nuove norme mentre i mediatori del credito sono diminuiti del 99,81%, questi dati indicano che il mercato del credito, una volta regolamentato e responsabilizzato è stato affidato a un numero nettamente più ristretto di professionisti che hanno potuto esprimere le loro competenze al meglio.

Ricordiamo che oggi i mediatori creditizi possono essere soltanto società e non più persone fisiche o giuridiche, un altro fattore che responsabilizza da un lato i professionisti e tutela dall’altro i consumatori.

L’esame OAM una certezza in più sulla professionalità
Oggi per poter accedere alle professioni di agente in attività finanziaria o mediatore creditizio, è necessario in primis seguire un corso di formazione specifico e poi superare l’esame OAM, questo consente di “consegnare” al mercato ed ai consumatori professionisti qualificati e certificati che sono in grado con il bagaglio tecnico acquisito di fornire una consulenza approfondita e non arrecare danni a chi sceglie di avvalersi del loro prezioso consiglio.

R&B consulting formazione IVASS OAM news

R&B consulting formazione IVASS OAM news

VN:F [1.9.22_1171]

Quanto ti è stato utile questo contenuto?

Rating: 5.0/10 (2 votes cast)
OAM: la lotta all’abusivismo passa anche per una maggiore certificazione delle competenze, 5.0 out of 10 based on 2 ratings

Lascia un commento