OAM controlli e attestati non validi

A seguito dei controlli ispettivi dell’OAM, sono emersi attestati con evidenti carenze sui dati riportati e previsti dalla normativa.

L’OAM ha recentemente pubblicato un comunicato nel quale vengono evidenziate carenze e lacune relative ai dati riportati sugli attestati dell’aggiornamento professionale obbligatorio; R&B Consulting informa i suoi iscritti che gli attestati emessi sono da sempre conformi alle indicazioni dell’autorità di vigilanza.

Nello stesso comunicato viene inoltre riportato che le ore di aggiornamento obbligatorio per coloro che sono iscritti anche al RUI passano da 10 a 15 come riportato nella circolare 19/14 aggiornata che invitiamo a leggere con attenzione.

Aggiornamento obbligatorio OAM ecco la guida gratuita scaricabile e stampabile

Nella Comunicazione n. 18/18 l’Organismo evidenzia che nel corso dell’attività ispettiva sono emerse numerose criticità relative al rispetto dell’obbligo di formazione professionale: dalla mancata frequentazione di materie obbligatorie, all’assenza, negli attestati, dei nominativi dei docenti e della sottoscrizione dell’Ente formatore, alla carenza di indicazione dell’esito positivo del test finale, fino alla presenza di materie non conformi a quelle indicate e alla mancata indicazione delle ore di aggiornamento svolte.

VN:F [1.9.22_1171]

Quanto ti è stato utile questo contenuto?

Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Lascia un commento