Mercato finanziario inglese, una potenza economica

Il mercato finanziario del Regno Unito è, attualmente, uno dei più solidi ed evoluti del mondo. Tuttavia, è opportuno ricordare che una buona parte delle aziende leader del paese sono sorte o hanno sede in Scozia. Inoltre, in Scozia sono gestiti fondi per 300 miliardi di sterline ed il 24% della forza lavoro impiegata nel settore assicurativo vive in Scozia. Cosa accadrebbe, a livello nazionale ed europeo, se la Scozia si dichiarasse indipendente?
Il Regno Unito ha attualmente la più grande industria di assicurazione danni in Europa e il terzo a livello mondiale. I prodotti assicurativi, vita e danni, venduti nel Regno Unito sono progettati per soddisfare il mercato interno,sia dal punto di vista legale che fiscale.

Le imprese scozzesi, attualmente, hanno la facoltà di operare nel mercato britannico e quello più ampio dell’Unione europea (UE). I consumatori scozzesi, inoltre possono godere delle tutele garantite dal diritto comunitario e del Regno Unito. La presenza della Scozia nel Regno Unito, inoltre, agevola i trattati di riassicurazione per le imprese di Edimburgo.

Attualmente, gli assicuratori del Regno Unito devono essere autorizzati dal Financial Services and Markets Act 2000 . Una volta autorizzati, assicuratori, riassicuratori ed intermediari possono trarre beneficio dalla partecipazione del Regno Unito dell’UE. In base alle varie direttive sul mercato unico, gli assicuratori possono operare in altri stati membri dell’Unione, senza la necessità di ulteriori autorizzazioni o requisiti patrimoniali locali.
Se la Scozia diventasse indipendente dal Regno Unito, avrebbe bisogno di ottenere l’adesione all’Unione europea per dare la possibilità alle proprie imprese assicuratrici di continuare a partecipare pienamente al mercato unico. La Scozia dovrebbe negoziare il suo ingresso nell’UE ed attuare i vari servizi finanziari e le direttive sul mercato unico (tra cui Solvency II e la direttiva sull’intermediazione assicurativa) ed istituire un’autorità competente a regolamentare i servizi finanziari. In alternativa, la Scozia potrebbe (come Norvegia, Liechtenstein e Islanda) partecipare allo Spazio economico europeo senza aderire all’UE. Senza uno di questi due scenari, però, gli assicuratori scozzesi non saranno in grado di stabilire succursali ed operare senza l’onere di autorizzazione locale. Inoltre, i restanti membri del Regno Unito potrebbero imporre varie tariffe supplementari ed altre misure nei confronti delle imprese scozzesi che intendono operare in Inghilterra, Galles o Irlanda del Nord.

a cura di Marco Venturi
VN:F [1.9.22_1171]

Quanto ti è stato utile questo contenuto?

Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Lascia un commento