Mediazione creditizia ed abusivismo

Da molto tempo il malessere degli iscritti OAM verso il dilagare dell’abusivismo nella intermediazione del credito scalcia nella pancia di molte realtà associative italiane, soprattutto in un periodo come questo in cui la crisi economica ha già eroso importanti fette di mercato, che viene ulteriormente ridotto dall’attività abusiva di falsi professionisti.

Il rinvio del passaggio definitivo della vigilanza all’OAM
Lo scontento è cresciuto ulteriormente tra gli addetti ai lavori nel momento in cui, il passaggio definitivo della vigilanza sui professionisti del settore del credito all’OAM, è stato rinviato al 30 giugno 2014, dunque altri sei mesi sotto banca d’Italia per Agenti in Attività Finanziaria e Mediatori creditizi.

Il rinvio che concede una “proroga” al mercato alternativo
Questo rinvio in qualche modo, come si sostiene da più parti, concede una proroga a tutti coloro che operano nel settore del credito ma che non hanno ancora chiarito la propria posizione secondo le disposizioni del D.lgs. 141/10, in questo modo tutti i professionisti in regola con tali disposizioni, oneri e via dicendo “competono” per modo di dire con altri soggetti che continuano ad operare in maniera abusiva.

Ciani, operare una selezione necessaria
Ciani, membro del comitato di gestione dell’OAM, aveva già espresso recentemente e con vigore, la necessità di un’operazione di selezione dei professionisti del settore del credito, vi sono infatti ancora numerosi soggetti che operano in maniera abusiva in Italia, senza curarsi degli oneri e delle disposizioni a cui dovrebbero invece sottostare e che vengono invece rispettati dai vari professionisti del credito Italiani che ogni giorno con fatica operano in questo settore.

Un settore in cui occorrono interventi strutturali
Il settore del credito, come quello assicurativo necessita ormai di strumenti che possano intervenire e stroncare in maniera decisiva il fenomeno dell’abusivismo, gli agenti in attività finanziaria e i mediatori creditizi faticano oggi più che mai a ricostruire un rapporto di fiducia con i consumatori che si sentono traditi, dopo i danni causati dagli abusivi e gli strascichi di una crisi economica che ancora persistono.

R&B consulting formazione IVASS OAM news

R&B consulting formazione IVASS OAM news

VN:F [1.9.22_1171]

Quanto ti è stato utile questo contenuto?

Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Lascia un commento