L’IVASS cancella gli intermediari inattivi

L’autorità di vigilanza nel settore assicurativo pubblica l’elenco degli intermediari cancellati

Attraverso un comunicato pubblicato sul proprio sito l’IVASS rende noto che gli intermediari inattivi da almeno 3 anni verranno cancellai dal RUI (registro unico degli intermediari); il mancato esercizio per almeno tre anni senza un motivo giustificato infatti comporta la cancellazione d’ufficio da parte dell’IVASS.

All’interno dello stesso sito dell’IVASS nel riquadro “Gli operatori” è possibile consultare la nota del 7 ottobre 2014 prot. n. 46-14-036602 (clicca qui)
Nella nota è presente l’allegato con la lista degli intermediari oggetto della cancellazione (visualizza l’elenco)

Di seguito il comunicato originale
Si comunica che nella homepage del sito dell’IVASS, nel riquadro “Gli Operatori”, è stata pubblicata, ai sensi dell’art. 8, comma 3, della legge 7 agosto 1990, n. 241, la nota del 7 ottobre 2014 prot. n. 46-14-036602, di avvio cumulativo del procedimento di cancellazione d’ufficio dal Registro Unico degli intermediari di assicurazione e riassicurazione per mancato esercizio dell’attività senza giustificato motivo per oltre tre anni, sulla base di quanto previsto dagli art. 113, comma 1, lett. c), del D. Lgs. N. 209/2005 e 26, comma 1 lett. c), del Regolamento ISVAP n. 5/2006, nonché per altra causa di cancellazione prevista dal citato
art. 113, comma 1.
Alla nota è allegato l’elenco contenente i nominativi degli intermediari destinatari del
procedimento.

VN:F [1.9.22_1171]

Quanto ti è stato utile questo contenuto?

Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Lascia un commento