IVASS e semplificazione digitale

Nella recente bozza di regolamento l’IVASS cerca di incanalare imprese ed intermediari ad intraprendere un percorso sempre più digitale.

ivass semplificazione

ivass semplificazione

L’IVASS prosegue nella sua opera di semplificazione, da pochi giorni infatti è stato pubblicato un nuovo schema di regolamento online il cui termine per consultazione pubblica è fissato per il 22 aprile 2014.

IVASS verso una maggiore digitalizzazione delle procedure
L’autorità di vigilanza sul settore assicurativo torna a porre l’attenzione sulla semplificazione delle procedure amministrative e degli adempimenti burocratici per imprese ed intermediari, andando sempre più nella direzione di una digitalizzazione effettiva dei processi ed una graduale diminuzione dell’utilizzo della carta.
Alcuni esempi delle proposte contenute nel regolamento dell’ IVASS
Nella bozza del regolamento figurano alcune proposte che effettivamente tendono a rendere i processi tra imprese, intermediari e consumatori sempre più digitalizzati ed immateriali, viene infatti intrdotto l’obbligo per gli intermediari (come persone fisiche) di dotarsi di una casella di posta elettronica certificata entro sei mesi dall’entrata in vigore del regolamento; viene caldeggiato, per imprese intermediari ed intermediari l’utilizzo firma elettronica avanzata, di quella qualificata e di quella digitale.

Pagamenti e modulistica sempre più digitali
Figurano nella bozza del regolamento le parti relative ai pagamenti ed alla modulistica, anche in questo caso la direzione è quella di semplificare e velocizzare il più possibile tutte le procedure quindi dovrà essere possibile effettuare il pagamento via bancomat o in forma elettronica anche tutta la documentazione, dai fogli informativi alla modulistica dovrà essere disponibile in formato elettronico.

Conservazione dei dati in formato digitale
Come avevamo già scritto in un articolo precedente l’utilizzo della carta viene sempre più sostituito con quello dei supporti digitali, ed anche in questo caso imprese ed intermediari vengono invitate a conservare i dati ed i documenti acquisiti in formato file a patto che possa essere sempre disponibile e consultabile.

VN:F [1.9.22_1171]

Quanto ti è stato utile questo contenuto?

Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Lascia un commento