IVASS intermediari ed associazioni in rivolta

Fa discutere intermediari, associazioni e case editrici il recente provvedimento messo in consultazione dall’IVASS

ivass intermediari in rivolta

ivass intermediari in rivolta

Il documento recentemente pubblicato per la consultazione dall’IVASS, propone di eliminare la pubblicazione dei rendimenti, dei portafogli delle quote di unit e index, a questo punto chi sottoscrive una polizza e intende conoscere i risultati delle gestioni separate è costretto ad effettuare una ricerca su internet o richiederli direttamente all’agenzia.

Niente più pubblicazione annuale obbligatoria sui quotidiani
L’intento dell’IVASS, è quello di una riduzione dei costi per le compagnie assicurative, che si dovrebbe tradurre in un generale risparmio per i consumatori, in particolare il documento in consultazione andrebbe a modificare il regolamento 35; ciò che propone l’IVASS è di eliminare la pubblicazione obbligatoria annuale su almeno due quotidiani a diffusione nazionale del rendiconto di riepilogo
– della gestione separata
– dei prospetti semestrali ed annuali relativi alle polizze vita
e la pubblicazione obbligatoria giornaliera dei valori index e unit linked

Associazioni ed intermediari in rivolta
Gran parte del mondo associazionistico di settore, e dei professionisti come gli intermediari che operano in questo mercato oltre a varie case editrici hanno espresso il proprio dissenso in merito al provvedimento messo in consultazione dall’IVASS che dal suo canto, chiarisce che la pubblicazione obbligatoria su quotidiani nazionali verrebbe sostituita da quella sul sito dell’azienda oltre alla disponibilità della stessa documentazione in formato cartaceo presso le sedi di vendita, per coloro che non hanno familiarità con la rete.

Un’informazione importante
Il dato che viene annualmente pubblicato per obbligo è importante anche per valutare l’andamento generale, gran parte degli italiani non hanno familiarità con l’utilizzo di internet, ma soprattutto la maggior parte di coloro che stipula una polizza vita coincide con la fetta di consumatori che più legge i quotidiani, a questo punto si evince che tale informazione verrebbe sottratta a questa platea di lettori/sottoscrittori.

VN:F [1.9.22_1171]

Quanto ti è stato utile questo contenuto?

Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Lascia un commento