prova sociale

Intermediari digitali: la prova sociale

La scienza gioca un ruolo chiave nel marketing, la psicologia in particolare, in questo articolo parliamo della prova sociale.

L’uso di prove sociali può essere ritrovato in molte aree sia di marketing online che offline. In questo post, ci concentreremo sull’utilizzo della prova sociale sui social network, per aumentare l’efficacia delle azioni di marketing.

I 6 tipi di prova sociale

Prima di pensare alle strategie, passiamo a che cos’è la prova sociale e la scienza che vi è dietro, ecco come la prova sociale è descritta su Wikipedia:

La prova sociale è un fenomeno psicologico per il quale le persone approvano le azioni degli altri nel tentativo di riflettere il corretto comportamento di una determinata situazione.

Secondo Robert Cialdini, che ha studiato il principio della prova sociale, nel suo libro Influence: La psicologia della persuasione, “un comportamento in una data situazione viene ritenuto corretto al punto tale da essere convinti che valga la pena ripeterlo, sa altri lo hanno già fatto“. Così, spesso in situazioni in cui siamo incerti su cosa fare, supponiamo che le persone intorno a noi (esperti, celebrità, amici, ecc.) abbiano maggiore esperienza su cosa sta succedendo e cosa dovrebbe essere fatto.

Oltre a ciò, spesso esprimiamo giudizi basati sulla nostra impressione generale di qualcuno – meglio conosciuto come l’effetto halo (teorizzato dallo psicologo Edward Thorndike). Per esempio:

Pensiamo che tutto ciò che gli esperti utilizzano sia corretto perché sono probabilmente più esperti di noi nella loro area di specializzazione.
Acquistiamo prodotti approvati da celebrità, perché vogliamo assomigliare a loro.
Ci fidiamo delle recensioni degli utenti perché hanno sperimentato il prodotto o il servizio, a differenza di noi stessi.

In generale, ci sono sei tipi di prova sociale.

  1. Esperto: questa prova sociale si verifica nel caso in cui un esperto del proprio settore raccomanda i vostri prodotti o servizi o è associato alla vostra azienda. Esempio: uno scatto che ritrae l’esperto con il servizio (polizza stipulata, mutuo sottoscritto, etc).
  2. Celebrità: questa prova sociale si verifica nel caso in cui una personaggio famoso mostra approvazione verso i vostri prodotti e servizi.
  3. Utente: questo un possibile caso di “engagement” in cui gli utenti esprimono la propria valutazione (positiva) nei vostri confronti.
  4. La saggezza della folla: l’”engagement” ha dei livelli, ovviamente più persone esprimono approvazione maggiore è il valore della prova sociale.
  5. La saggezza dei tuoi amici: i propri contatti sui social network sono sicuramente lo spot più importante per l’attività di un intermediario, conoscono sia il valore professionale ma soprattutto personale di ciò che fate.
  6. Certificazione: l’approvazione di un comprovato professionista del vostro settore è la “certificazione e garanzia” della qualità della vostra attività di business. Esempio: uno stimato professionista delle assicurazioni o del credito esprime approvazione per la vostra attività e/o per i vostri servizi.

14 semplici modi per utilizzare la prova sociale in una strategia di social marketing

  1. Invitare esperti del settore assicurativo e creditizio ad intervenire sui propri profili.

    Avere la possibilità che esperti del settore intervengano sui vostri profili o pagine può essere un ottimo modo per sfruttare la loro influenza e l’associazione positiva dei loro contatti (cioè l’effetto halo).

    La parte migliore di tali collaborazioni è che spesso sono una situazione win-win, gli esperti del settore ne beneficiano anche per raggiungere un pubblico diverso.

  2. Collaborare con esperti del settore assicurativo e creditizio per un evento social media.

    Allo stesso modo, è possibile invitare esperti come ospiti per i propri eventi di social media, ad esempio chat gruppo o dirette Facebook. Tali collaborazioni possono consentire di sfruttare l’influenza positiva dell’esperto contattato e dare ai ai propri contatti un’opportunità per ascoltare e imparare nuovi concetti e nozioni

  3. Mostrate apprezzamento per le menzioni.

    Ogni tanto, è possibile che si venga menzionati all’interno di un post da colleghi, utenti, aziende e partner, è una bella forma di prova sociale.

    Ci sono molti modi per condividere tali prove sociali sui social media, è consigliabile mostrare apprezzamento per tali menzioni ed evitare di lasciarle cadere nel vuoto, alcuni esempi:
    “Grato per la menzione”
    “Onorato!”

  4. Condivisione delle pietre miliari (milestone).

    Un altro modo rapido per “creare” una prova sociale è quello di mostrare gratitudine ed entusiasmo per i vostri traguardi, condividendoli con gli utenti o fan e follower. Raggiungere dei milestone è un’occasione divertente per festeggiare e un grande momento per ringraziare le persone che vi hanno aiutato a farlo.

    Ecco alcune delle pietre miliari che potete festeggiare con il vostro pubblico:

    • Raggiungere “n” utenti
    • Raggiungere “n” clienti
    • Raggiungere “n” download dell’app
    • Raggiungere “n” follower sul vostro profilo o pagina social
  5. Fare esperimenti con (micro) marketing influencer.

    Il marketing dell’influenza può essere un modo economico per ottenere la prova sociale di una celebrità.

    Questo meccanismo di solito funziona meglio con Instagram, le aziende tendono ad affidarsi a micro-influencer – persone con una forte influenza sui canali social, magari in un mercato di nicchia – invitandoli a fare un endorsement ai propri servizi/prodotti.

    Essendo personaggi con molto seguito online, i loro contatti saranno più propensi ad approfondire l’argomento suggerito e che riguarda la vostra attività.

  6. Esplorare gli ambasciatori del brand.

    Gli ambasciatori forniscono un mix di esperti, celebrità e dimostrazioni sociali degli utenti, a seconda degli ambasciatori che si seleziona. Possono essere esperti del settore (prova sociale esperti), influencer (prova sociale celebrità) o utenti appassionati (prova sociale di utenti).

    Gli ambasciatori di solito “indossano” il brand diffondendo contenuti attraverso hashtag di settore (#assicurazioni #mutui #CessioneDelQuinto #PolizzaTCM) nei canali in cui hanno già un’importante presenza.

  7. Curate i contenuti generati dall’utente (user generated).

    Il contenuto generato dagli utenti è una delle strategie più diffuse e aiuta a sviluppare il vostro seguito; ovviamente è anche una grande opportunità per generare la prova sociale degli utenti.

    Potete incoraggiare i vostri utenti ad utilizzare un hashtag del brand (#IntermediariDigitali #RBConsulting) ad esempio, a quel punto nel momento in cui si effettua una ricerca, l’argomento ricercato o il prodotto/servizio verrà associato all’azienda e/o all’intermediario attraverso la testimonianza di un utente.

  8. Condividete l’amore dei clienti per il vostro prodotto o servizio.

    Ricevete recensioni e commenti degli utenti? pubblicateli! magari menzionandoli e taggandoli in modo tale da agganciare la vostra “voce” alla testimonianza effettiva.

  9. Utilizzate i messaggi nei vostri contenuti.

    Vi capita spesso di rispondere a delle domande inviate dagli utenti circa un particolare argomento (es. che cosa è una polizza TCM? che limiti ci sono per una surroga?)? benissimo, sicuramente ci saranno altre persone in cerca delle medesime risposte, pubblicate questi contenuti, fate screenshot della chat (assicurandovi di oscurare i dati sensibili) e pubblicateli insieme ad una breve sintesi.

  10. Mostrate testimonianze sul vostro sito/blog.

    Uno dei modi di utilizzare le recensioni dei vostri clienti è quello di presentarli come testimonial sul proprio sito, chiedete l’autorizzazione e pubblicate la storia di come avete portato avanti la consulenza per quella persona, magari con una sua foto.

  11. Indicate il volume dei clienti nella vostra descrizione.

    Se si dispone di una buona base di clienti, è possibile citarne la dimensione nella descrizione della pagina aziendale o nel proprio profilo. È un grande esempio della ”saggezza della prova sociale della folla”. Quando gli utenti percepiscono che molti altri utilizzano il vostro servizio, avranno probabilmente una prima impressione positiva e chiederanno la vostra consulenza.

    Oltre alla dimensione della tua base clienti, qui vi sono alcune altre informazioni che potreste citare:

    • Numero di punti con cui l’azienda è presente sul territorio
    • Numero di consulenze effettuate (ogni giorno, settimana, mese o anno)
    • Numero di recensioni ricevute

    n.b. non dite bugie

  12. Raggiungete gli amici dei vostri fan con un po’ di annunci sponsorizzati.

    Se il budget da destinare ad una campagna sponsorizzata è limitato, è possibile sfruttare una funzione all’interno del settaggio della stessa, ovvero indicare di mostrare la promozione agli amici delle persone a cui piace la vostra pagina.

    Quando definite il pubblico di destinazione in Gestione annunci di Facebook, scorrete verso il basso fino a “Connessioni” e selezionate “Aggiungi un tipo di connessione” quindi, “Pagina Facebook”> “Amici di persone a cui piace tua pagina” e selezionate la vostra pagina dal menu.

    Esempio: se a Marco Rossi piace una determinata pagina ed è uno dei miei contatti, quando visualizzerò la sponsorizzazione di quella pagina, Facebook aggiungerà automaticamente la dicitura “A Marco Rossi piace questa pagina”, tendenzialmente gli utenti sono portati almeno a cliccare sul link se più di un contatto nella propria rete ha dato il suo mi piace.

  13. Utilizzare la prova sociale nel testo dell’annuncio.

    Un altro modo per utilizzare le prove sociali nelle campagne sponsorizzate è includerle nel testo, come ad esempio:

    Più di “n” persone ci hanno già scelto per la propria RC Auto;
    L’azienda “X” ha già ricevuto un finanziamento grazie alla nostra consulenza.

  14. Incoraggiate i clienti a lasciare una recensione sulla vostra pagina Facebook.

    Se la pagina si riferisce ad un’impresa locale, è possibile abilitare i giudizi e le recensioni. Buone valutazioni e recensioni sono una grande forma di prova sociale degli utenti.

    Secondo uno studio di G/O Digital:
    “l’80% degli intervistati ha dichiarato che acquisterebbe un prodotto o un servizio con maggiori probabilità dopo aver letto commenti positivi sulla pagina di Facebook dell’azienda o del professionista.
    Il 41% ha dichiarato che il fattore più importante sul quale si focalizza in un’azienda locale sono le recensioni o le valutazioni dei clienti.”

    Facebook inoltre ha lanciato una funzionalità di ricerca con la quale è possibile trovare le aziende locali con le migliori recensioni e valutazioni. Avere una buona valutazione di aiuta a comparire più in alto nei risultati della ricerca.

Hai bisogno di qualche consiglio in più? Ecco come richiederlo!

Vuoi saperne di più?
Iscriviti al nostro gruppo Facebook
Iscriviti al nostro gruppo LinkedIn

Desideri una consulenza personalizzata? Scrivici!

VN:F [1.9.22_1171]

Quanto ti è stato utile questo contenuto?

Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Lascia un commento