I social network possono salvare l’intermediazione?

Gli intermediari assicurativi e del credito italiani stanno piano piano iniziando a sfruttare le potenzialità del web 2.0, come abbiamo già avuto modo di scrivere in passato (ne abbiamo parlato qui) il rapporto tra i professionisti dei settori assicurativi e creditizi e web non è dei più rosei, pochi fanno un utilizzo professionale del proprio sito o di quello aziendale, e quando questo avviene il risultato non è dei più gratificanti. Molti hanno una scarsa conoscenza delle piattaforme web attraverso le quali promuovere la propria attività (per questo motivo diamo la possibilità a tutti coloro che lo desiderano di avere un sito web completo e personalizzato a soli 79,99 euro)

Molte possibilità offerte dai social network
Con il passare del tempo gli intermediari sia del credito sia assicurativi italiani hanno iniziato a sfruttare le possibilità offerte dai social network, piccole fan page dedicate alla propria attività hanno iniziato a fare capolino in rete, l’attività di promozione si è intensificata facilitata anche dalla capacità di penetrazione di piattaforme come facebook. In Italia soprattutto per le piccole attività legate ai due mercati le potenzialità di raggiungere una vasta platea di potenziali clienti attraverso i social network sono ancora sottovalutate o comunque non se ne conosce bene la reale forza.

Via via gli intermediari hanno iniziato a stringere relazioni sia con potenziali clienti sia con altri colleghi al fine di mettere in atto lo strumento della collaborazione tra professionisti di questo settore che potrebbe essere una delle armi vincenti per uscire dalla crisi. Abbiamo inoltre constatato come molti di essi abbiano iniziato a “rivedere” la propria presenza su linkedin, una vetrina fondamentale ma soprattutto uno strumento molto potente per la valutazione delle competenze e la presentazione del proprio curriculum.

Da molto tempo seguiamo le evoluzioni del web, e offriamo costantemente la nostra consulenza per migliorare la propria presenza e performance sul web.

R&B consulting formazione IVASS OAM news

R&B consulting formazione IVASS OAM news

VN:F [1.9.22_1171]

Quanto ti è stato utile questo contenuto?

Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Lascia un commento