Giovani e credito al consumo

Secondo un’indagine condotta da facile.it il mercato del credito è costituito da una importante fetta di giovani, in particolare gli under 30 che ricoprono il 16% delle richieste. Una generazione che nell’immaginario collettivo è da sempre vista come l’età meno affidabile e sempre pronta ad utilizzare le risorse per futili motivi di acquisto; il profilo che ne viene fuori delineato da questa indagine è quello di consumatori attenti, soprattutto nel saper investire le risorse come quella di un prestito richiesto.

Profondamente diversi dalle generazioni precedenti
Dalle 50.000 richieste di prestito prese in esame nell’indagine emerge come di fatto gli under 30 attuali stiano cercando di reagire alla crisi economica che ha colpito l’economia come mai in precedenza era accaduto. Va subito rilevato infatti che questa generazione sta affrontando una situazione economica profondamente diversa da quelle precedenti, la maggior parte dei giovani che chiede un prestito lo fa al fine di ristrutturare la casa in cui vive (considerata l’enorme difficoltà di acquistarne una) ma le richieste superiori restano comunque in primis quelle per l’acquisto di un’auto ed in secondo luogo per un generale bisogno di liquidità, la ristrutturazione dell’immobile occupa il terzo posto tra le richieste di credito.

Una generazione con maggiore consapevolezza del credito
Gli attuali under trenta risultano avere una maggiore consapevolezza dello strumento del credito, sono più informati, anche grazie alla possibilità di sfruttare la rete per poter confrontare i vari prodotti offerti dalle imprese italiane, questa generazione utilizza in modo proficuo gli strumenti digitali per poter acquisire informazioni dettagliate e comparare i preventivi, dalle app mobile ai comparatori online le opportunità non mancano. La consapevolezza si traduce anche in un utilizzo migliore della risorsa credito, che in questi casi non viene utilizzato per finanziare stili di vita che normalmente non sarebbero alla portata di tutti, ma per poter affrontare serenamente le spese che via via si presentano.

R&B consulting formazione IVASS OAM news

R&B consulting formazione IVASS OAM news

VN:F [1.9.22_1171]

Quanto ti è stato utile questo contenuto?

Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Lascia un commento