Fiocco rosa in casa DUAL Italia.

Da questo mese di aprile è iniziata le possibilità di sottoscrivere le polizze contro i rischi informatici proposte da DUAL.

La società coverholder del gruppo Hyperion ha realizzato questo pacchetto di coperture, che vengono sottoscritte da 2 sindacati Lloyd’s (ANV 1861 e Liberty 4473) per dare una risposta alle sempre crescenti esigenze di protezione delle aziende medio-piccole e delle microimprese. Sono state diffuse le condizioni e le garanzie, abbiamo “dato un’occhiata” e l’impressione è decisamente positiva.

Come noto, le interazioni con il mondo di internet stanno crescendo in maniera esponenziale: senza pensare all’e-commerce, lo sviluppo dell’”Internet of Things”, cioè di apparecchiature che per il loro funzionamento o per controllo sono dotate di connessioni informatiche, la diffusione di smartphone, tablet, ecc. che si connettono e interagiscono con i computer aziendali, fanno sì che i dati (clienti, progetti, contabilità, ecc.) delle aziende siano sempre più esposti ad eventuali sottrazioni, danneggiamento, divulgazione da parte di malintenzionati.
Sono in costante aggiornamento sistemi di protezione di vario genere ed in parallelo pubblicazioni e studi che monitorano gli incidenti e le evoluzioni del cosiddetto cybercrime (per un breve resoconto “senza pretese” rimandiamo al nostro e-book “il cybercrime, la sicurezza e i rimedi” scaricabile gratuitamente da www.adeia.it/sottoscrizioni-online/20 dove si trovano qualche dato e rimandi a fonti più autorevoli).

E’ ovvio che, quando si parla di incidente o di attacco informatico riuscito, il danno è ormai fatto: vuoi perché le difese non sono state sufficienti, vuoi perché c’è stato qualche errore da parte della sfortunata vittima.
E’ qui che può intervenire una copertura assicurativa “ben fatta” che non pensa a coprire il danno all’apparecchio come una tradizionale polizza elettronica, ma valuta e risarcisce i danni in termini di responsabilità verso terzi o di perdita di fatturato.
La proposta di DUAL (www.dualitalia.com) va anche più in là: oltre alle garanzie offerte che abbracciano ad esempio anche i costi di recupero dati e pubbliche relazioni, grazie anche all’ausilio di una importante società di consulenza specializzata nella protezione dati, la filosofia di base è improntata al disaster recovery ed alla prevenzione degli incidenti e dei danni, specialmente se unita ad una corretta funzione di risk analysis e risk management quale quella offerta da Adeia www.adeia.it in sede di preparazione dell’offerta.

Grandi gruppi assicurativi hanno da tempo in catalogo polizze analoghe, ma dedicate soprattutto a grandi aziende. Questa soluzione nasce invece espressamente dedicata a PMI e realtà di piccole dimensioni o di esigenze non da multinazionale. Il costo è decisamente abbordabile e parametrabile alle dimensioni ed alle necessità dell’assicurato: si parte da 290 euro all’anno.

a cura di Fabio Meloni
VN:F [1.9.22_1171]

Quanto ti è stato utile questo contenuto?

Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Lascia un commento