Affrontare l’esame RUI – IVASS

L’esame IVASS è diventato negli anni un’occasione importante per poter accedere al mondo del lavoro in un settore come quello delle assicurazioni, che nonostante la crisi continua a restare vivo e seppur con alti e bassi in continua espansione.

Il riconoscimento
Prima che la prova per essere iscritti al registro RUI possa avere inizio è necessaria la fase di riconoscimento dei candidati, a questi ultimi viene richiesto un documento di identità (con gli estremi riportati nella richiesta di prenotazione all’esame) e la marca da bollo (anche questa indicata nella domanda di prenotazione). Questo step richiede notevole tempo dato soprattutto l’alto numero di candidati che ogni anno tentano l’esame IVASS (migliaia gli aspiranti agenti e broker assicurativi).

La prova scritta dell’esame RUI
Come abbiamo avuto modo di leggere nella modalità di svolgimento della prova (che trovate qui)
la prova scritta dell’esame RUI (per le sezioni A e B) è suddivisa come segue:

Modulo assicurativo:
questionario a risposta multipla composta da 50 domande
Modulo riassicurativo:
questionario a risposta multipla composta da 20 domande
Modulo assicurativo e riassicurativo:
questionario a risposta multipla composta da 70 domande

ed il tempo a disposizione per completare gli elaborati è il seguente:
75 minuti (circa 1,5 minuti per quesito) per il modulo assicurativo
30 minuti (circa 1,5 minuti per quesito) per il modulo riassicurativo
105 minuti (circa 1,5 minuti per quesito) per il modulo assicurativo e riassicurativo

Il questionario a risposta multipla è corretto tramite un lettore ottico per consentire una maggiore velocità e sicurezza durante le operazioni di verifica dei test, i candidati infatti avranno a disposizione il materiale sul quale sono riportate le domande con le relative possibili risposte ed il foglio risposte sul quale indicare la risposta che si ritiene corretta.

Non provate a copiare
Ovvio consiglio prima di tutto perché si rischia grosso, i controlli durante lo svolgimento della prova sono infatti frequenti e ferrei ed in secondo luogo perché le domande sono disposte in ordine diverso sui materiali distribuiti in modo tale che al secondo quesito di un candidato non corrisponda ad esempio il secondo quesito proposto ai candidati che gli sono di fianco. Consigliamo (poiché strettamente vietato) anche di evitare durante il test di consultare dispense, manuali, appunti, e farsi sorprendere con dispositivi accesi (tablet, smartphone, cellulari) o ad utilizzare calcolatrici.

La prova orale
Questa prova deve essere affrontata con la massima calma e lucidità, poiché è necessaria una notevole concentrazione, le domande proposte dai membri della commissione (in genere una per membro) non hanno il piccolo “vantaggio” di quelle della prova scritta, ovvero essendo libere non si può provare ad andare per esclusione. Consigliamo quindi si strutturare la propria preparazione in maniera approfondita in modo tale da poter spaziare nelle risposte e poter anche effettuare collegamenti tra i vari argomenti.

Il nostro supporto nella preparazione dell’esame RUI
Il corso online
Il nostro corso preparatorio online dell’esame IVASS affronta le materie dell’esame in maniera completa organizzando la preparazione in comodi step che possono essere rivisti tutte le volte che si vuole scaricando contestualmente i relativi materiali didattici con la possibilità di richiedere chiarimenti o approfondimenti ai tutor online.

Il simulatore
Il simulatore dell’esame IVASS (RUI) è un importante strumento di valutazione della propria preparazione, il corsista avrà la possibilità di saggiare il tipo di quesito proposto in sede d’esame e di visualizzare in tempo reali l’esito della prova, la batteria di domande cambia di volta in volta poiché vengono prese dal nostro database e proposte a caso.

VN:F [1.9.22_1171]

Quanto ti è stato utile questo contenuto?

Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Lascia un commento